SERGIO RUBINI in SONATA A KREUTZER

AidaStudio Produzioni
Distribuzione esclusiva a cura di AidaStudio Produzioni

Dura requisitoria contro le ipocrisie nascoste della vita coniugale, racconto quasi dostoevskiano per la ricerca delle motivazioni più oscure dei gesti umani, la Sonata a Kreutzer, si presenta come la Testomonianza spietata di una storia che potrebbe essere vera.

Un uomo di nome Pozdnysev durante un viaggio in treno confessa a uno sconosciuto la propria colpa segreta. Ricorda di aver presentato alla moglie un avventuriero, gran seduttore e abile musicista, dando così inizio a un gioco che si rivelerà tragicamente beffardo. Via via sempre più sospettoso una sera, mentre la coppia esegue in perfetta sintonia la Sonata a Kreutzer di Beethoven, Pozdnysev accantona ogni dubbio.

Spinto dalla gelosia uccide la moglie per un tradimento in realta mai avvenuto e senza rendersi conto del terribile malinteso.

Pubblicata nel 1891 dopo numerose revisioni, la Sonata a Kreutzer è tra le opere più significative dell’ultimo Tolstoj. Dura requisitoria contro le ipocrisie nascoste della vita coniugale, racconto quasi dostoevskiano per la ricerca delle motivazioni più oscure dei gesti umani, si presenta come la Testomonianza spietata di una storia che potrebbe essere vera.

“Scritta con cattiveria”, come ebbe a dire Sonja Tolstoj, la Sonata a Kreutzer rimane un invito spregiudicato a riflettere sulla morale, le grandi passioni e i loro effetti.

ARTISTI

Sergio Rubini, voce recitante

Quartetto d’archi

Musiche di L. Janáček

Testo liberamente tratto da Sonata Kreutzer di Tolstoj

Adattamento del testo a cura di AidaStudio Produzioni