FRANCESCO MONTANARI in BESTIALITÀ / TEATRO DRIVE IN
Scritto ideato e diretto da DARIO D’AMBROSI

AidaStudio Produzioni
Distribuzione esclusiva
Coordinamento artistico e ideazione a cura di Elena Marazzita

Chi guarda è ad un palmo di pelle dall’attore senza sfiorarlo, coi sensi allertati e chiusi nel cubicolo dell’auto ospitante

Con questo spettacolo di Teatro Drive In si assiste all’inaugurazione di un nuovo modo di fare performance dal vivo, con l’azione degli attori che coinvolgerà il desiderio del pubblico di guardare, assorbire e partecipare alla perversione del dramma ed alla sua soluzione, in un gioco di voyeurismo e seduzione. Lo spettatore sarà accolto in automobili dotate di un sistema centralizzato, che permetterà di seguire dal vivo la scena ed ascoltare i dialoghi tramite cuffie personali; chi dovesse essere sprovvisto di auto personale dovrà seguire l’opera ospitato nelle macchine altrui.

Dario D’Ambrosi, col Teatro Drive In, offre finalmente una drammaturgia fuori da schemi banali e comunicazione obsoleta, fonde l’estro creativo e l’arte, nell’incredibile performance dei due attori protagonisti, Francesco Montanari e Maria Pia Calzone, in scena nella pièce teatrale Bestialità, scritta e diretta da D’Ambrosi stesso.

Bestialità ha riscosso un eccezionale successo nella città di New York, dove è stato presentato come anteprima internazionale; chiunque vi abbia assistito è stato conquistato e affascinato dal mix di provocazione e sensualità che l’opera quasi impone, combinando la voglia ancestrale di sentirsi animali e carne dei due protagonisti senza doversene assumere la responsabilità. Chi guarda è ad un palmo di pelle dall’attore senza sfiorarlo, coi sensi allertati e chiusi nel cubicolo dell’auto ospitante.

Il pubblico potrà spogliarsi della noia della quotidianità per lasciarsi avvolgere dai due protagonisti, che condurranno le fila di una danza erotica e sanguinolenta, verso i più bassi istinti dell’animo umano. 

Bestialità racconta di una liaison fra una professoressa universitaria ed un ex – detenuto in un parcheggio della periferia cittadina. Fra i due si instaura un succulento gioco di potere, che li trascina nell’esaltazione dei traumi come ordini sacri cui obbedire ed entro cui far maturare la propria eccitazione. Le voci si scontrano con i corpi, alla ricerca di un unguento che possa lenire noia e rabbia, sostituendo il sesso al potere e la vita alla morte, verso un declino inaspettato e che lascerà a chiunque vi assista un senso di assuefazione ad emozioni che non distano poi così tanto dall’erotismo umano.

ARTISTI

Francesco Montanari, voce recitante

Maria Pia Calzone, voce recitante

Testo e regia a cura di Dario D’Ambrosi 

Coordinamento artistico e distribuzione a cura di Elena Marazzita 

AidaStudioProduzioni 

Distribuzione esclusiva